Italiano
  • 1

BOTTIGLIE

Entra


VASI

Entra


COSMETICA E PROFUMERIA

Entra


CAPSULE

Entra


LATTINE E SCATOLE

Entra


MACCHINARI

Entra

come differenziare il vetro

In estate si registra un aumento della produzione dei rifiuti nelle località turistiche e contestualmente anche un aumento del rischio di conferimenti non corretti. Ma quali sono le regole per una corretta raccolta dei rifiuti d’imballaggio in vetro anche in vacanza? A fornirle è CoReVe, Consorzio Recupero Vetro.

Paese che vai, usanza che trovi. Prima di tutto, quindi, dobbiamo informarci e seguire le regole per la raccolta differenziata della località in cui ci rechiamo in vacanza. Ogni Comune è autonomo nella scelta. Per una raccolta differenziata del vetro efficace ed efficiente bisogna conferire, nella campana o nei contenitori dedicati a questo materiale, solo bottiglie e vasetti in vetro. Prima di buttarli via, ricordiamoci di: svuotare bottiglie e vasetti da eventuali residui alimentari e togliere gli accessori dell’imballaggio costituiti da materiali diversi dal vetro (ad esempio: tappi metallici, collarini, sleeves, etc) facilmente rimovibili. 

Il sacchetto di plastica o di altro materiale, che utilizziamo per portare il vetro fino alla campana o ad altro contenitore dedicato, non va assolutamente gettato insieme ai rifiuti di imballaggio in vetro. Occhio infine ai “falsi amici”: materiali simili o assimilati al vetro di bottiglie e vasetti, che compromettono la raccolta e il riciclo dei rifiuti di imballaggio in vetro: bicchieri e oggetti di cristallo, ceramica, porcellana e pyrex, i più dannosi. Questi materiali vanno infatti gettati nella raccolta indifferenziata o portati all’isola ecologica, per il loro recupero tra gli inerti.

“Il vetro è un materiale di uso comune unico, che può essere riciclato al 100%, all’infinito, senza alcuna perdita di materia o scadimento qualitativo - spiega Gianni Scotti, presidente del CoReVe - Quasi 8 imballaggi in vetro su 10 utilizzati quotidianamente in Italia sono riciclati”.

Il 2018, continua Scotti, "è stato un anno straordinario per la raccolta e il riciclo degli imballaggi in vetro, che conferma la posizione dell’Italia tra i Paesi più performanti in Europa. L’eccezionale sviluppo della raccolta differenziata (+8,4%) è stato accompagnato da un aumento delle quantità riciclate (+6,6%) più contenuto. Segno evidente che gli italiani sono dei buoni 'riciclatori', ma che si può e si deve fare meglio, soprattutto per quanto riguarda la qualità del materiale raccolto. Anche in vacanza”.

 

birra

Da sempre la birra in bottiglia è stata considerata più buona e di qualità rispetto a quella in lattina. Se per molto tempo si è pensato così, forse qualche motivo ci sarà. Vediamo dunque di seguito vantaggi e svantaggi della birra nel vetro contro la birra in lattina.

I vantaggi della birra in bottiglia sono facilmente riassumibili qui:

Il vetro è un materiale riciclabile al 100% e che dunque può essere reimpiegato per la produzione di nuove bottiglie al termine di ogni utilizzo;
Essendo un materiale spesso e resistente, il vetro permette senza alcun problema la rifermentazione in bottiglia. Conferisce così alla birra artigianale quel gusto e quell’aroma particolari per cui è così apprezzata dai veri intenditori;
Le birre in bottiglia sono più resistenti agli sbalzi termici, dunque mantengono la bevanda fresca più a lungo;
Anche esteticamente, le birre in vetro sono molto più appetibili rispetto a quelle confezionate in alluminio.

vetrobott

In vigore l’eliminazione dei contenitori di plastica monouso per l’acqua da tutte le aree di ristoro dei palazzi della Camera, quali ristoranti, bar, e la buvette di Montecitorio. Bottiglie in vetro per i deputati da venerdì 19 luglio: questa è la decisione adottata dal Collegio dei Questori in attuazione di un ordine del giorno presentato durante l’esame in Assemblea del bilancio interno 2018. Si è anche provveduto a rinnovare e rendere più funzionale l’impianto di spillatura dell’acqua presso il self service di Palazzo Montecitorio, oltre a continuare a installare analoghi impianti in diversi punti del Palazzo. 

Il ministro dell’Ambiente Sergio Costa ha reagito parlando di “ottima notizia”, ringraziando, inoltre, il presidente della Camera Roberto Fico per la sensibilità dimostrata nell’aver subito accolto il suo appello di aderire alla campagna #plasticfree. «Dopo un lavoro portato avanti in questi mesi, il traguardo è stato raggiunto anche a Montecitorio. Non posso chiedere ai cittadini – ha affermato il ministro Costa – di diventare plastic free se le istituzioni non danno per prime il buon esempio. Noi l’abbiamo dato in ottobre, quando il ministero dell’Ambiente si è liberato della plastica monouso. In tanti – ministeri, Regioni, Comuni, imprenditori, associazioni, scuole, stabilimenti balneari – ci hanno seguito. Un “virus” che spero continui a diffondersi». 

 

L'eccellenza del prodotto Italiano!
I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok Rifiuta